Comune di Casalecchio di Reno
AVVISO: Con la chiusura dell'Istituzione Casalecchio delle Culture, questo sito web non è più aggiornato
Notizie, appuntamenti, informazioni sono ora disponibili nel sito web del Comune: www.comune.casalecchio.bo.it

Consulta l'area tematica "Casalecchio delle Culture" sul sito del Comune
Consulta l'archivio notizie sul sito del Comune
Consulta i prossimi appuntamenti sul sito del Comune

Biblioteca Cesare Pavese – Archivio consigli di lettura

Clicca qui per le nuove acquisizioni e i consigli di lettura dal 2016


Nuove acquisizioni

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre ottobre/dicembre 2015

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre luglio/settembre 2015

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre aprile/giugno 2015

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre gennaio/marzo 2015

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre ottobre/dicembre 2014

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre luglio/settembre 2014

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre aprile/giugno 2014

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre gennaio/marzo 2014

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre ottobre/dicembre 2013

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre luglio/settembre 2013

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre aprile/giugno 2013

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre gennaio/marzo 2013

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre ottobre/dicembre 2012

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre luglio/settembre 2012

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre aprile/giugno 2012

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre gennaio/marzo 2012

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre ottobre/dicembre 2011

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre luglio/settembre 2011

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre aprile/giugno 2011

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre gennaio/marzo 2011

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre ottobre/dicembre 2010

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre luglio/settembre 2010

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre aprile/giugno 2010

Romanzi e racconti
Acquisizioni di narrativa – Trimestre gennaio/marzo 2010

 

Consigli di lettura


Richard Ford
Tutto potrebbe andare molto peggio
Feltrinelli, 2015


Tutto potrebbe andare molto peggio - Richard FordFrank Bascombe, a 68 anni, ha vissuto una vita non più avventurosa di quella di tanti altri americani, finché un giorno d'autunno un uragano si abbatte sulla costa del New Jersey, distruggendo la ridente stazione balneare dove Frank aveva creduto di poter esorcizzare i suoi fantasmi. Se la vita è davvero "una questione di sottrazione graduale", che altro ti resta quando una catastrofe naturale ti ha sottratto tutto, compresa la casa dove hai trascorso i migliori anni della tua esistenza? Il romanzo di Richard Ford, che chiude una delle saghe letterarie più importanti a cavallo del millennio, è il bilancio, non privo di sorprese e di humour, di una vita che potrebbe non essere poi così diversa dalla nostra.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


I miei genitori non hanno figli - Marco MarsulloMarco Marsullo
I miei genitori non hanno figli
Einaudi, 2015

Dicono che fare il genitore sia il mestiere più difficile, ma nessuno ricorda mai che fare il figlio non è proprio una passeggiata. Soprattutto quando i tuoi genitori pretendono tu sappia già scegliere cos'è meglio per la tua vita, anche se la loro non sembra esattamente quella che avevano immaginato, e quasi ti arrendi all'idea che sarai proprio tu il loro ennesimo fallimento. Un diciottenne prende la parola e fa a pezzi il mondo degli adulti, smascherando la fragilità di una generazione che non è mai davvero cresciuta. Una commedia divertente, corrosiva e tenera, sghemba come tutte le famiglie, dove bisogna adattarsi "l'uno alla forma sbagliata dell'altro per non sparire del tutto".
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Siamo tutti completamente fuori di noi - Karen J. Fowler Karen J. Fowler
Siamo tutti completamente fuori di noi
Ponte alle Grazie, 2015

Rosemary Cooke ha cinque anni quando, d'estate, viene spedita dai nonni. Al ritorno in famiglia scopre che sua sorella è sparita e dell'argomento non bisogna parlare. Cinque anni più tardi, suo fratello scappa di casa, e probabilmente è ricercato dall'FBI. A 22 anni, Rosemary fa i conti con il proprio passato in una famiglia decisamente anticonvenzionale, e con queste due assenze... Secondo la giuria del PEN/Faulkner, che ha premiato il romanzo nel 2014, "Fowler dà un nuovo significato al principio secondo cui 'ogni famiglia infelice è infelice a modo suo'".
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Atti osceni in luogo privato - Marco MissiroliMarco Missiroli
Atti osceni in luogo privato
Feltrinelli, 2015

Questa è una storia che comincia una sera a cena, quando Libero Marsell, dodicenne, intuisce come si può imparare ad amare. La famiglia si è da poco trasferita a Parigi, la madre ha iniziato a tradire il padre. Questa è la storia, raccontata in prima persona, di quel dodicenne che da allora si affaccia nel mondo guidato dalla luce cristallina del suo nome, muovendosi come una sonda dentro la separazione dei genitori, dentro il grande teatro dell’immaginazione onanistica, dentro il misterioso mondo degli adulti. Avverte prima con le antenne dell’infanzia, poi con le urgenze della maturità, il generoso e confidente mondo delle donne. "Le Grand Liberò" è un personaggio "totale" che cresce pagina dopo pagina, leggero e sensibile, guidato dai suoi maestri di vita, a Parigi e poi a Milano, a scoprire l’oscenità che lo libera dalla dipendenza di ogni frase fatta, di ogni atto dovuto, in nome dello stupore di esistere.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


L'incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio - Murakami Haruki Murakami Haruki
L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio
Einaudi, 2014

A Nagoya abitano cinque ragazzi, tre maschi e due femmine, che tra i sedici e i vent'anni vivono la più perfetta e pura delle amicizie. Almeno fino al secondo anno di università, quando uno di loro, Tazaki Tsukuru, riceve una telefonata dagli altri: non deve più cercarli. Da quel giorno, senza nessuna spiegazione, non li vedrà mai più: non ci saranno mai più ore e ore passate a parlare di tutto e a confidarsi ogni cosa, mai più pomeriggi ad ascoltare la splendida Shiro suonare Liszt, mai più Tsukuru avrà qualcuno di cui potersi fidare. Il dolore è cosi lacerante che nel cuore del ragazzo si spalanca un abisso che solo il desiderio di morire è in grado di colmare.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Estate - Edith WhartonEdith Wharton
Estate
Elliot, 2015 (ed. or. 1917)

La giovane Charity trascorre una vita noiosa a North Dormer, nel New England. Arrivata in città dalla "Montagna", dove viveva in misere condizioni in una comunità di reietti, era stata adottata da bambina dall'avvocato Royall, ora vedovo. Un giorno nella biblioteca in cui lavora appare l'affascinante architetto Lucius Harney, che mostra subito un interesse particolare per la ragazza. Il patrigno, che ha già fatto delle avances a Charity chiedendole di sposarlo, fiuta una complicità tra i due e cerca di ostacolarli; ciononostante Charity e Lucius diventano amanti, ma con la fine dell'estate anche quell'amore si avvia verso l'autunno, portando con sé le conseguenze di una relazione scandalosa. Pubblicato nel 1917, un romanzo all'epoca considerato estremamente provocatorio e presto dimenticato, per essere riscoperto solo a partire dagli anni '60 come una delle opere più moderne dell'autrice americana.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Il commesso - Bernard MalamudBernard Malamud
Il commesso
Minimum Fax, 2013 (1° ed. Einaudi 1962)

La storia di Morris Bober, umile commerciante ebreo che nel cuore di Manhattan conduce una vita misera e consumata dagli anni, e di Frank Alpine, un ladruncolo di origini italiane, deciso a riscattarsi e diventare un uomo onesto e degno di stima, aiutando Morris al negozio. Tuttavia il giovane Frank non resisterebbe dietro al bancone, sempre più assediato dalla concorrenza, se non si innamorasse di Helen, la figlia di Morris. Pubblicato negli Stati Uniti nel 1957, è considerato da molti il capolavoro di Bernard Malamud: una vicenda intrecciata intorno alle emozioni, ai segreti, al destino di tre esistenze, che Malamud rende affascinante con il ritmo quasi ipnotico della narrazione, la capacità di attenzione al dettaglio, lo stile limpido e ironico.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Il signor Cravatta - Milena Michiko FlašarMilena Michiko Flašar
Il signor cravatta
Einaudi, 2014

Da quando a sei anni la madre l'aveva abbandonato, Konrad Lang, detto Ko-ni, era stato il giocattolo di Thomas (Tomi) Koch, burattino senza energia propria legato ai fili della potente famiglia Koch di magnati svizzeri dell'industria e della finanza. Finché erano da soli, Tomi si comportava da amico, ma appena compariva qualcuno su cui voleva far colpo, ecco che Koni tornava "il figlio di una nostra ex domestica che mia madre aiuta". Col tempo, del piccolo Koni rimane il sessantenne di eleganza perfetta, mite e amabile ma capace solo di ubriacarsi e fare guai, che l'ottantenne matriarca dei Koch e matrigna di Thomas, Elvira Senn, tiene a distanza con un povero vitalizio purché stia fuori dai piedi. Da un momento all'altro Koni si innamora e inaspettatamente smette di bere: la vita sembra finalmente si sia decisa a sorridergli, ma invece non ha finito di giocare...  
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Luce perfetta - Marcello FoisMarcello Fois
Luce perfetta
Einaudi, 2015

Cristian è intraprendente e deciso, "uno di quegli uomini che, a certe donne particolarmente intuitive, fanno l’effetto di parlare anche quando tacciono". Maddalena è altrettanto tenace, e ha dalla sua la forza di saper immaginare, e insieme difendere, il proprio futuro. Sarebbero perfetti l’uno per l’altra, se il loro destino comune non avesse il nome di Domenico; anche se hanno cognomi diversi, infatti, i due ragazzi crescono come fratelli. E quando Nuoro si organizza per apparecchiare la festa di fidanzamento di Domenico e Maddalena (nel frattempo rimasta incinta), diventa chiaro a tutti che per Cristian non c’è più spazio. Se non fosse che lui è un Chironi, appartiene cioè a una famiglia "sempre caduta in piedi, perché il suo destino è di sembrare lì lì per precipitare, ma poi questo non accade mai". Dopo Stirpe e Nel tempo di mezzo, completa la "trilogia dei Chironi" un romanzo colmo di passioni sopite, di tradimenti, colpi di scena e riconciliazioni, negli anni Ottanta della speculazione edilizia in Sardegna, che Marcello Fois racconta con respiro epico e tensione drammatica.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Quello che non ti ho mai detto - Celeste NgCeleste Ng
Quello che non ti ho mai detto
Bollati Boringhieri, 2015

La quindicenne Lydia Lee viene ritrovata morta, annegata nel lago vicino a casa: è stata uccisa? E da chi? Oppure si è trattato di un incidente? Perché è uscita di notte? Ma presto altre domande si insinuano nella mente, molto meno esplicite ma altrettanto inquietanti. Siamo in una cittadina del Midwest, in una famiglia normale, tranne che per la sua composizione: Marylin, la madre americana, James, il padre di origine cinese. Ben presto emerge il vero volto dell'"assassino": il razzismo. In alcuni casi esplicito, in altri sottile e mai espresso, in altri ancora strisciante e ipocrita, ma letale.
Verifica la disponibilità in Biblioteca

Le colpe dei padri - Alessandro Perissinotto
Alessandro Perissinotto

Le colpe dei padri
Piemme, 2013

Guido Marchisio, torinese, 46 anni, è un uomo arrivato. Dirigente di una multinazionale, appoggiato dai vertici, compagno di una donna molto più giovane e bellissima: la sua è una vita in continua ascesa. Fino al 26 ottobre 2011, una data che crea una frattura tra ciò che Guido è stato e quello che non potrà mai più essere. Quella mattina, infatti, un incontro non previsto insinua in lui il dubbio: possibile che esista da qualche parte un suo sosia, un gemello dimenticato, un suo doppio misterioso e sfuggente? Giorno dopo giorno, il dubbio diventa ossessione e l'esistenza dell'ingegner Marchisio inizia, prima piano poi sempre più velocemente, a percorrere la stessa rovinosa china della sua azienda e della sua città. Di tutte le sicurezze costruite col tempo, non rimane più nulla: il suo ruolo di freddo tagliatore di teste, di manager di successo, la sua figura di uomo affascinante, tutto, per colpa di quel sospetto, sembra scivolare via da lui, come se accompagnasse l'emorragia che lentamente svuota l'industria italiana. Andare a fondo significherà per Guido affacciarsi all'orlo di un baratro e accettare l'inaccettabile.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Uno chalet tutto per me - Elizabeth von ArnimElizabeth von Arnim
Uno chalet tutto per me
Bollati Boringhieri, 2012

Estate 1919. Oppressa da una profonda tristezza causata dagli orrori della guerra, Elizabeth si rifugia nel suo chalet svizzero. Arriva sola, l'animo rabbuiato dalle pesanti perdite subite e consapevole della malvagità umana, nella casa tra i monti che fino a pochi anni prima riecheggiava della presenza e delle risate di numerosi amici, per ritrovare la gioia di vivere, scuotersi dall'apatia, tornare ad apprezzare i fiori e i panorami incantevoli che la circondano. Non è un'impresa facile, ma lentamente comincia a riaccendersi in lei una sottile vena di energia. Anche per il suo compleanno è sola. Concede ai domestici un giorno di libertà e si accinge a dedicarsi a qualche lavoro pesante che la costringa a non pensare, quando le arriva un regalo inatteso: due donne inglesi, reduci da un'escursione e in cerca di una pensione dove trascorrere la notte, giungono per caso allo chalet. Elizabeth le invita a pranzo, poi per il tè, quindi a rimanere con lei per alcune settimane. E dalla loro presenza nascerà la promessa di una nuova felicità. Un romanzo in forma di diario, pieno di scene divertenti e intriso della solita lieve ma spietata ironia che contraddistingue lo stile di Elizabeth von Arnim, che ci offre una serie di pensieri profondi sull'importanza del preservare la vita e sull'insensatezza della guerra.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Stoner - John E. WilliamsJohn E. Williams
Stoner
Fazi, 2012

William Stoner ha una vita che sembra essere assai piatta e desolata. Non si allontana mai per più di centocinquanta chilometri da Booneville, il piccolo paese rurale in cui è nato, mantiene lo stesso lavoro per tutta la vita, per quasi quarant'anni è infelicemente sposato alla stessa donna, ha sporadici contatti con l'amata figlia e per i suoi genitori è un estraneo, per sua ammissione ha soltanto due amici, uno dei quali morto in gioventù. Non sembra materia troppo promettente per un romanzo, e tuttavia John Williams fa della vita di William Stoner una storia appassionante, profonda e straziante. Come riesce l'autore in questo miracolo letterario? "La vita più silenziosa, se esaminata con affetto, compassione e grande cura, può fruttare una straordinaria messe letteraria. È il caso che abbiamo davanti" (dalla postfazione di Peter Cameron).
Verifica la disponibilità in Biblioteca


L'amica geniale - Elena FerranteElena Ferrante
L'amica geniale
E/O, 2011

Il romanzo comincia seguendo le due protagoniste bambine, e poi adolescenti, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. L'autrice scava nella natura complessa dell'amicizia tra due bambine che diventano donne, seguendo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero e robusto, con sullo sfondo i cambiamenti che investono il rione, Napoli, l'Italia, in più di un cinquantennioe. E tutto ciò precipita nella pagina con l'andamento delle grandi narrazioni popolari, dense e insieme veloci, profonde e lievi, rovesciando di continuo situazioni, svelando fondi segreti dei personaggi, sommando evento a evento senza tregua, ma con la profondità e la potenza di voce a cui l'autrice ci ha abituati. Si tratta di quel genere di libro che non finisce. O, per dire meglio, l'autrice porta compiutamente a termine in questo primo romanzo la narrazione dell'infanzia e dell'adolescenza di Lila e di Elena, ma ci lascia sulla soglia di nuovi grandi mutamenti che stanno per sconvolgere le loro vite e il loro intensissimo rapporto.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


La figlia del sole - Nadia FusiniNadia Fusini
La figlia del sole: vita ardente di Katherine Mansfield
Mondadori, 2012

Francis e Zoe, che nel nome si ispirano ai personaggi di Salinger, sono fratello e sorella, diversi per carattere, ma legati da un affetto e da una complicità profondi. Francis è un giovane scrittore solitario e riflessivo; Zoe è una donna nel fiore degli anni, affascinata dalle dottrine esoteriche, sempre in viaggio. Francis ha un progetto: scrivere un racconto su Katherine Mansfield, che Zoe, nonostante le sue molte letture, non conosce. Nata nel 1888 in Nuova Zelanda, KM, come amava firmarsi, si trasferisce ventenne a Londra, e qui, attratta da amori folli e posseduta dalla perenne sensazione di trovarsi "agli antipodi", vive una vita libera e avventurosa, che prestissimo genera pagine di altrettanto febbrile scrittura, percorse da un'energia, una luminosità e una grazia che le renderà amatissime dai lettori, fino a oggi. Ma nel 1918 un medico dà infine un nome agli attacchi di tosse che tanto debilitano KM: tubercolosi. Sempre più fragile nel corpo, ma audace nella mente e pronta a ricorrere alle cure più sperimentali, per quanto dolorose, KM viaggia nel Sud della Francia alla ricerca di un clima mite...
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Atti mancati - Matteo MarchesiniMatteo Marchesini
Atti mancati
Voland, 2013

Nel cuore di Bologna, Marco, trentenne diviso tra le incombenze giornalistiche e il tentativo di finire un romanzo, vive in una solitudine cocciuta e il più possibile asettica, fino a quando ricompare Lucia, la ragazza che lo ha lasciato qualche anno prima. Ora Lucia cerca Marco, lo assedia e lo porta in giro per paesi e campagne, a visitare i loro luoghi di un tempo, a ritrovare gli amici vivi e gli amici morti. Tra Bassa e Appennini, tra cliniche e osterie, Lucia – come una fragile ma tenace erinni – costringe Marco a rianalizzare le zone più oscure del loro passato. Atti mancati è una storia d’amore e di suspense. È una parabola sul tempo trascorso ostinatamente a occhi chiusi e su quello vissuto a occhi spalancati. È il referto di una malattia, steso con furore analitico e insieme con uno stile semplice, da presa diretta.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Il veleno dell'oleandro - Simonetta Agnello HornbySimonetta Agnello Hornby
Il veleno dell'oleandro
Feltrinelli, 2013

Pedrara, nella Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia tra l'occhieggiare di antiche tombe e il vorticare di corsi d'acqua carezzati dall'opulenza degli oleandri. È qui che la famiglia Carpinteri si raduna intorno al capezzale di zia Anna, scivolata in una svagata ma presaga demenza senile. Esistono davvero le pietre di cui la donna vaneggia nel suo letto? Dove sono nascoste? Ma soprattutto, qual è il nodo che lega la zia al bellissimo Bede, vero custode della proprietà e ambiguo factotum? Come acqua nel morbido calcare i Carpinteri scavano nel passato, cercano negli armadi, rivelano segreti, vogliono verità mai dette e ricchezze mai avute. Tra le ombre del giorno e i chiarori della notte, emergono influenze di notabili locali, traffici con i poteri occulti, e soprattutto passioni ingovernabili. Le voci di Mara, nipote prediletta di Anna, e di Bede ci guidano dentro questo sinuoso labirinto di relazioni, rimozioni, memorie, fino a scavalcare il confine della stessa morte, in un micromondo che pare allargarsi, con un brivido, a rappresentare i guasti, le ambizioni e le ansie di liberazione dell'universo familiare.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Limonov - Emmanuel CarrereEmmanuel Carrère
Limonov
Adelphi, 2012

Limonov non è un personaggio inventato. Esiste davvero: "è stato teppista in Ucraina, idolo dell'underground sovietico, barbone e poi domestico di un miliardario a Manhattan, scrittore alla moda a Parigi, soldato sperduto nei Balcani; e adesso, nell'immenso bordello del dopo comunismo, vecchio capo carismatico di un partito di giovani desperados. Lui si vede come un eroe, ma lo si può considerare anche una carogna: io sospendo il giudizio", si legge nelle prime pagine di questo libro. E se Carrère ha deciso di scriverlo è perché ha pensato "che la sua vita romanzesca e spericolata raccontasse qualcosa, non solamente di lui, Limonov, non solamente della Russia, ma della storia di noi tutti dopo la fine della seconda guerra mondiale". La vita di Eduard Limonov, però, è innanzitutto un romanzo di avventure, al tempo stesso avvincente, nero, scandaloso, scapigliato, amaro, sorprendente e irresistibile: perché Carrère riesce a fare di lui un personaggio a volte commovente, a volte ripugnante, a volte perfino accattivante, ma mai mediocre. Che si trascini gonfio di alcol sui marciapiedi di New York dopo essere stato piantato dall'amatissima moglie o si lasci invischiare nei più grotteschi salotti parigini, che vada ad arruolarsi nelle milizie filoserbe o approfitti della reclusione in un campo di lavoro per temprare il "duro metallo di cui è fatta la sua anima", Limonov vive ciascuna di queste esperienze fino in fondo...
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Il senso di una fine - Julian BarnesJulian Barnes
Il senso di una fine
Einaudi, 2012

La vita di Tony Webster è stata un fiume relativamente tranquillo, da costeggiare al riparo di scelte ragionevoli e sistematici oblii. Ora però la lettera di un avvocato, che gli annuncia un'inattesa quanto enigmatica eredità, sommuove il termitaio poroso del passato, e il tempo irrompe nella noia del presente sotto forma di parole risalenti all'adolescenza, quando Tony procedeva all'educazione morale, sentimentale e sessuale che ne avrebbe fatto (inavvertitamente) l'adulto che è. Il percorso a ritroso nelle zone d'ombra della vita, con i suoi dolori inesplorati e i suoi segreti, diventa cosi riflessione sulla fallacia della storia, "quella certezza che prende consistenza là dove le imperfezioni della memoria incontrano le inadeguatezze della documentazione", secondo il geniale amico dei tempi del liceo, Adrian Finn. Ed è a quel punto di congiunzione, ai ricordi imperfetti come ai documenti inadeguati, che il vecchio Tony deve ora guardare per comprendere le vicissitudini del Tony giovane. Come ha potuto la ragazza di allora, Veronica Ford, preferirgli l'amico raffinato e brillante, Adrian? Perché a distanza di quarant'anni Veronica ritorna nella sua vita con un bagaglio di silenzi? Gli indizi da studiare tessono un filo d'Arianna di reminiscenze inaffidabili.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Il corpo umano - Paolo GiordanoPaolo Giordano
Il corpo umano
Mondadori, 2012

È un plotone di giovani ragazzi quello comandato dal maresciallo Antonio René. L'ultimo arrivato, il caporalmaggiore Roberto Ietri, ha appena vent'anni e si sente inesperto in tutto. Per lui, come per molti altri, la missione in Afghanistan è la prima grande prova della vita. Al momento di partire, i protagonisti non sanno ancora che il luogo a cui verranno destinati è uno dei più pericolosi di tutta l'area del conflitto: la forward operating base (fob) Ice, nel distretto del Gulistan, "un recinto di sabbia esposto alle avversità", dove non c'è niente, soltanto polvere, dove la luce del giorno è così forte da provocare la congiuntivite e la notte non si possono accendere le luci per non attirare i colpi di mortaio. Ad attenderli laggiù, c'è il tenente medico Alessandro Egitto, rimasto in Afghanistan per sfuggire a una situazione privata che considera più pericolosa della guerra. Sfiniti dal caldo, dalla noia e dal timore per una minaccia che appare ogni giorno più irreale, i soldati ricostruiscono dentro la fob la vita che conoscono, approfondiscono le amicizie e i contrasti. Dopo il bestseller internazionale di esordio La solitudine dei numeri primi, Giordano delinea con precisione, in un romanzo corale che alterna spensieratezza e dramma, i contorni delle "nuove guerre", svelando conflitti familiari, affettivi e contro se stessi ancora più sfuggenti e non meno insidiosi.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


La collina del vento - Carmine AbateCarmine Abate
La collina del vento
Mondadori, 2012

Impetuoso, lieve, sconvolgente: è il vento che soffia senza requie sulle pendici del Rossarco, leggendaria ed enigmatica altura a pochi chilometri dal mar Jonio. Il vento scuote gli olivi secolari e gli arbusti odorosi, ulula nel buio, canta di un antico segreto sepolto e fa danzare le foglie come ricordi dimenticati. Proprio i ricordi condivisi sulla "collina del vento" costituiscono le radici profonde della famiglia Arcuri, che da generazioni considera il Rossarco luogo sacro delle origini, simbolo di una terra vitale che non si arrende, tempio all'aria aperta di una dirittura etica forte quanto una fede. Così, quando il celebre archeologo trentino Paolo Orsi sale sulla collina alla ricerca della mitica città di Krimisa e la campagna di scavi si tinge di giallo, gli Arcuri cominciano a scontrarsi con l'invidia violenta degli uomini, la prepotenza del latifondista locale e le intimidazioni mafiose. Testimone fin da bambino di questa straordinaria resistenza ai soprusi è Michelangelo Arcuri, che molti anni dopo diventerà il custode della collina e dei suoi inconfessabili segreti. Ma spetterà a Rino, il più giovane degli Arcuri, di onorare una promessa fatta al padre e ricostruire pezzo per pezzo un secolo di storia familiare che s'intreccia con la grande storia d'Italia, dal primo conflitto mondiale alla rinascita di un'intera nazione nel sogno di un benessere illusorio.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Dove finisce Roma - Paola SorigaPaola Soriga
Dove finisce Roma
Einaudi, 2012

Ida è una bambina, quando dalla Sardegna sbarca a Roma, ospite della sorella Agnese e del cognato Francesco: è il 1938, un anno prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Conoscere Roma, calpestare le strade, la scuola, le amiche, l'amore che torce l'intestino, sentirsi diversa, brutta e magari bella: tutto è nuovo, emozionante, in certi giorni pesante come un macigno. Quasi naturalmente, come se si trattasse di una vocazione laica, Ida diventa staffetta partigiana. E quando, nei giorni che precedono la Liberazione, i rastrellamenti dei nazifascisti fanno paura, Ida si nasconde in una grotta per alcuni giorni. Paola Soriga ritorna sul periodo della Resistenza raccontando questioni private come l'amore di Ida per Antonio – un amore non corrisposto, che finirà per strozzarle in gola la gioia per l'arrivo degli americani e la farà vagare per le strade di Roma con la voglia di perdersi per sempre. Esce piena di grazia e potente una figura femminile, che consente all'autrice di copiare e consegnare più di una lezione dalla Storia, di riflettere sul ruolo della donna nella nostra società… E dopo quasi settant'anni c'è la sensazione che in alcuni angoli della nostra terra qualcosa non sia mai cambiato.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Inseparabili - Alessandro PipernoAlessandro Piperno
Inseparabili
Mondadori, 2012

Inseparabili. Questo sono sempre stati l'uno per l'altro i fratelli Pontecorvo, Filippo e Samuel, come i pappagallini che non sanno vivere se non sono insieme. A nulla valgono le differenze: l'indolenza di Filippo, refrattario a qualsiasi attività non riguardi donne, cibo e fumetti, opposta alla determinazione di Samuel, brillante negli studi, impacciato nell'arte amatoria, avviato a un'ambiziosa carriera nel mondo della finanza. Ma quando i loro destini sembrano invertirsi, qualcosa per la prima volta si incrina: Filippo diventa famosissimo con un cartoon di denuncia sull'infanzia violata, acclamato da pubblico e critica dopo un trionfale passaggio a Cannes, proprio mentre Samuel vive giorni di crisi, tra un investimento a rischio e un'impasse sentimentale sempre più catastrofica. Nemmeno l'eccezionale, incrollabile Rachel, la "mame" che veglia su di loro da quando li ha messi al mondo, può fermare la corsa vertiginosa dei suoi ragazzi lungo il piano inclinato dell'esistenza. Forse, però, potrà difendere fino all'ultimo il segreto impronunciabile che li riguarda tutti...
Nel suo ultimo lavoro Piperno riporta in scena la famiglia Pontecorvo, che abbiamo imparato a conoscere in Persecuzione. Ora l’autore chiude il cerchio e mette il punto alla saga familiare, regalandoci un romanzo corale e di grande umanità.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Zia Antonia sapeva di menta - Andrea VitaliAndrea Vitali
Zia Antonia sapeva di menta
Garzanti, 2011

"Aglio, cipolle, rape, ravanelli e porri sono verdure indigeste che non diamo mai agli ospiti della casa!" Suor Speranza ne è sicura: nel minestrone che ha distribuito ai pazienti della Casa di Riposo di Bellano l'aglio non l'ha fatto mettere di sicuro. Allora come mai Ernesto Cervicati, entrando nella stanza di zia Antonia, ha sentito quell'odore, invece dell'aroma inconfondibile e fresco della menta? Ernesto conosce bene il rassicurante profumo delle mentine di cui è golosa la sua anziana parente - certo meglio di suo fratello Antonio, che della zia non ha mai voluto saperne. Ernesto invece aveva accolto zia Antonia in casa sua e l'aveva accudita per tre anni, finché lei, per non gravare troppo sul nipote, aveva deciso di trasferirsi all'ospizio. Quel sorprendente odore d'aglio è un piccolo enigma, forse l'indizio di qualcosa di più grave; a indagare, oltre a Ernesto e all'energica suor Speranza, si ritrova anche il dottor Fastelli, medico dal carattere gioviale ma di grande sensibilità.
Intorno a questo profumato mistero, Andrea Vitali costruisce un romanzo carico di tenerezza, una di quelle storie che, come zia Antonia, ti accarezzano in un fresco abbraccio per poi regalarti, alla fine, una sorpresa.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Il tribunale delle anime - Donato CarrisiDonato Carrisi
Il tribunale delle anime
Longanesi, 2011

Roma è battuta da una pioggia incessante. In un caffè vicino a piazza Navona, due uomini esaminano lo stesso dossier. Una ragazza è scomparsa; forse è stata rapita, ma se è ancora viva non le resta molto tempo. Uno dei due uomini, Clemente, è la guida. L'altro, Marcus, è un cacciatore del buio, addestrato a riconoscere le anomalie, a scovare il male e a svelarne il volto nascosto; perché c'è un particolare che rende il caso della ragazza scomparsa diverso da ogni altro, e solo lui può salvarla. Ma, sfiorandosi la cicatrice sulla tempia, Marcus è tormentato dai dubbi. Come può riuscire nell'impresa a pochi mesi dall'incidente che gli ha fatto perdere la memoria? Sandra, fotorilevatrice della Scientifica. è addestrata a riconoscere i dettagli fuori posto, perché sa che è in essi che si annida la morte. Il suo sguardo, filtrato dall'obiettivo, è quello di chi è a caccia di indizi e di un colpevole; ma c'è un dettaglio fuori posto anche nella sua vita personale, e la ossessiona. Quando le strade di Marcus e di Sandra si incrociano, portano allo scoperto un mondo segreto e terribile, nascosto nelle pieghe oscure di Roma, che risponde a un disegno superiore, tanto perfetto quanto malvagio. Un disegno di morte. Perché quando la giustizia non è più possibile, resta soltanto il perdono. Oppure la vendetta.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


La sorella di Freud - Goce SmilevskiGoce Smilevski
La sorella di Freud
Guanda, 2011

Nella Vienna occupata dai nazisti, a Sigmund Freud è concesso il privilegio di fuggire all'estero, portando con sé i propri cari. Nella lista composta dal fondatore della psicoanalisi entrano la moglie, i figli, la cognata, le due assistenti, il medico personale con la famiglia e perfino il cane, ma non le quattro anziane sorelle, Marie, Rosa, Pauline e Adolfine. È la voce di quest'ultima, deportata nel campo di concentramento di Terezin, a rievocare con doloroso rimpianto il rapporto privilegiato col fratello, da un'infanzia vissuta in simbiosi, in cui Sigmund era il mentore che la guidava alla scoperta del mondo, fino all'inevitabile, ma non per questo meno amaro, allontanamento nell'età adulta e all'ombra tragica del distacco finale.
Un ritratto inedito della Vienna cosmopolita a cavallo tra Ottocento e Novecento, descritta dal punto di vista di una donna che non avendo marito né figli non può ambire ad altro ruolo che quello di figlia (di una madre che non perde occasione di farle sentire tutto il peso della sua inutilità) e sorella (di un genio totalmente assorto nella costruzione del proprio mito di nuovo profeta). Una donna in fuga da una vita già scritta e mai pienamente vissuta, tra gelidi rapporti familiari, un amore tragico e il sogno irrealizzato della maternità, rassegnata a trovare pace solo nel rassicurante oblio di una follia autoimposta.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Lettera di dimissioni - Valeria Parrella Valeria Parrella
Lettera di dimissioni
Einaudi, 2011

Scendendo a capofitto per i rami delle generazioni, Clelia riesce a trovare il suo posto sull'asse del tempo: ha una data d'inizio, il 1914, e persino una capostipite, la nonna Franca, giunta dalla Russia a Napoli. Innamorata della vita, ricca di passione e di ideali, Clelia cresce con i piedi piantati nella provincia e lo sguardo rivolto alla città, e quando incontra Gianni non ha dubbi su cosa fare: insieme trovano quarantadue metri quadri in cui sostenersi "l'un l'altra come due carte da gioco poggiate in piedi". Per mantenersi lavora come maschera in un teatro, e proprio in teatro farà presto carriera: appagata dal successo, Clelia sembra non accorgersi di scegliere sistematicamente il "male minore".
Il nuovo romanzo di Valeria Parrella ha l'energia e il coraggio delle storie necessarie. La storia di Clelia procede di pari passo con quella dell'Italia, e ci restituisce con una voce intima e sensuale il ritratto di un Paese che ha progressivamente rinunciato al pubblico per il privato e all'etica per il guadagno, descrivendo la perdita di contatto tra ciò in cui si crede e il modo in cui si agisce, fino alla consapevolezza che "le cose non si compiono all'improvviso, ma all'improvviso le vedi nel loro intero".
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Vacanze matte - Richard PowellRichard Powell
Vacanze matte
Einaudi, 2011

I Kwimper, una famiglia di sfaticati che vive di sussidi per la disoccupazione composta da padre, tre figli e una baby-sitter, durante un viaggio in auto prendono per sbaglio una strada in costruzione e si ritrovano, senza benzina, nel cuore del nulla americano. Una terra di nessuno che non figura nemmeno sulle carte geografiche, e che dunque può essere colonizzata, reclamandone la proprietà. La situazione ideale per cominciare da capo, come veri pionieri, e costruirsi un nuovo mondo: peccato che la terra promessa vada difesa dalle pretese di due funzionari del governo fin troppo zelanti, e di una banda di gangster da strapazzo...
Pubblicato nel 1959 e salutato da un clamoroso successo di pubblico, un libro che mantiene intatta la sua carica comica e dirompente. La guerra che i Kwimper, balordi di irresistibile testardaggine, ingaggiano con le autorità e il crimine organizzato attraverso la loro disarmante ingenuità diventa il simbolo vincente di una resistenza al conformismo dominante, che mai come oggi appare necessaria.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Com'è piccolo il mondo! - Martin Suter Martin Suter

Com'è piccolo il mondo!
Sellerio, 2011 (1° ed. Feltrinelli 1999)

Da quando a sei anni la madre l'aveva abbandonato, Konrad Lang, detto Ko-ni, era stato il giocattolo di Thomas "Tomi" Koch. E da giocattolo Koni era cresciuto, burattino senza energia propria legato ai fili dei potenti Koch, famiglia di magnati svizzeri dell'industria e della finanza. Se Tomi lasciava il liceo a causa della sua inadeguatezza, anche Koni doveva seguirlo nel collegio per ricchi svogliati, malgrado lui non incontrasse nessuna difficoltà nello studio. Se Tomi stentava alle lezioni di piano, Koni impressionava il maestro con il suo talento che però non poteva sviluppare. Finché erano da soli, Tomi si comportava da amico, ma appena compariva qualcuno su cui voleva far colpo, ecco che Koni tornava "il figlio di una nostra ex domestica che mia madre aiuta". Col tempo, poi, ogni talento e i minimi affetti erano appassiti, e del piccolo Koni rimaneva il sessantenne di eleganza perfetta, mite e amabile ma capace solo di ubriacarsi e fare guai. Un mantenuto malsopportato, che Elvira Senn, l'ottantenne matriarca dei Koch, tiene a distanza con un povero vitalizio purché stia fuori dai piedi. Da un momento all'altro Koni si innamora e inaspettatamente smette di bere; la vita sembra finalmente si sia decisa a sorridergli, ma invece non ha finito di giocare...
Verifica la disponibilità in Biblioteca


La ribelle - Valeria MontaldiValeria Montaldi
La ribelle
Rizzoli, 2011

Anno 1254. Caterina da Colleaperto, una giovane donna che ha dedicato tutta se stessa allo studio dell'arte medica, esercita nel più importante ospedale di Parigi. Decisa a ribellarsi ai ricatti di una corporazione appannaggio di soli uomini, viene introdotta a corte da Rolando Lanfranchi, illustre maestro in medicina di cui è innamorata, e riesce a conquistare la fiducia di alcuni esponenti dell'alta aristocrazia. Caterina è una donna libera, forte, capace, e per questo pericolosa; così, quando si viene a sapere di un reato che rischia di macchiare il buon nome dell'ospedale, tutte le accuse vengono fatte ricadere su di lei, e nessuno la difende, nemmeno Rolando. Per sottrarsi all'inevitabile denuncia Caterina è costretta a una fuga precipitosa verso la sua terra d'origine, lungo un cammino pieno di ostacoli e sofferenze. Arrivata a Milano, scopre una città contraddittoria, divisa tra miseria e lusso: mentre fame e malattie sterminano i bisognosi, i potenti fanno a gara per sfoggiare vesti preziose. L'ingiustizia ancora una volta sembra dominare, ma nell'amore per gli altri e nella volontà di riprendere in mano la propria vita è racchiuso il seme di una speranza che può germogliare di nuovo.
Valeria Montaldi costruisce l'affresco di una Milano che nel Duecento si scopre già capitale della sartoria e della moda, ma soprattutto ci regala un personaggio femminile potente, simbolo di lotte che appartengono a ogni tempo.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Libertà - Jonathan FranzenJonathan Franzen
Libertà
Einaudi, 2011

Come Le correzioni, anche Libertà è la storia di una famiglia della borghesia urbana americana, lungo il cammino dallo splendore dell'ascesa fino all'inevitabile e inarrestabile declino. Walter e Patty Berglund sono una giovane coppia apparentemente felice e arrivano a Ramsey Hill come i giovani pionieri di una nuova borghesia urbana: colti, educati, progressisti, benestanti e adeguatamente simpatici. Entrambi provengono da famiglie nevrotiche e complicate, e fuggono da adolescenze difficili e tormentate: Ramsey Hill rappresenta per loro una frontiera da colonizzare e la possibilità di rinnovare il mito dell'America come terra di libertà. Qualcosa deve però essere andato storto se, dopo qualche anno, scopriamo che Joey, il figlio sedicenne, è andato a vivere con la sua ragazza a casa degli odiati vicini, Patty è un po' troppo spesso in compagnia di Richard Katz, amico di infanzia del marito e musicista rock, mentre Walter viene bollato dai giornali come "arrogante, tirannico ed eticamente compromesso".
Franzen, uno dei migliori scrittori americani della sua generazione, indaga con feroce passione, umorismo e tenacia il prezzo che dobbiamo pagare per concederci il diritto alla libertà personale, dipingendo una società americana preda della fobia e dell’angoscia postmoderna e spingendo il lettore a chiedersi quanto siano labili e precari i confini che separano le nostre vite da quelle degli altri.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Semina il vento - Alessandro PerissinottoAlessandro Perissinotto
Semina il vento
Piemme, 2011

Braccio 6, nel reparto di massima sicurezza di un carcere del Nord Italia. Sulle labbra, la dichiarazione di innocenza; tra le mani, il giornale che ritrae in prima pagina il corpo senza vita di sua moglie. Su consiglio del proprio avvocato, Giacomo decide di raccontare la propria vicenda, l'inevitabile serie di eventi che lo ha condotto in quella cella. E così torna all'epoca in cui, per riuscire a sopravvivere a Parigi, alternava il lavoro di curatore di mostre per bambini, a quello di cameriere. Era in quel periodo che aveva conosciuto Shirin, ed era stato attratto dalla storia che i suoi occhi sembravano celare, da quel profondo distacco verso chi le stava accanto, come se per lei la vita vera fosse altrove; il loro amore era nato con la lentezza inesorabile delle cose fatte per durare. L'innamoramento, il matrimonio e poi la decisione che avrebbe cambiato le loro vite per sempre: lasciare Parigi per trasferirsi a Molini, sulle montagne piemontesi, nel paese dove lui era nato. Ma nessun luogo è al riparo dal vento dell'odio, dal fanatismo delle religioni, dall'arroganza del potere, dall'intolleranza strisciante. Così il paradiso aveva cominciato a scivolare verso l'inferno, prima piano, poi sempre più rapidamente, fino ad arrestarsi lì, in quella cella, con il tormento del ricordo d'un amore reso perfetto dalla morte.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Un filo d'olio - Simonetta Agnello HornbySimonetta Agnello Hornby
Un filo d'olio
Sellerio, 2011

A pochi chilometri da Agrigento, nei pressi della Rupe Atenea, c’è Mosé, la masseria di campagna del Barone Agnello. A Mosé in inverno vivono tre famiglie di contadini, e solo alla fine di maggio si unisce a loro la famiglia del padrone, con la baronessa e le sue figlie, Chiara e Simonetta, e tutto il personale di servizio. Nell’estate del 1950 Simonetta ritrova, come ogni anno nella grande cucina di famiglia, i sapori e i profumi intensi della Sicilia, grazie al lavoro di Rosalia, moglie del campiere Vincenzo Vella e madre dei suoi nove figli. Rosalia, vera signora di Mosé, panifica per sé e per tutti i braccianti, stabilisce i turni dei lavori delle altre donne, sforna focacce farcite di olive e rosmarino per tutti i bambini, prepara il "caffè d'u parrinu" per gli ospiti di riguardo, conserva nelle sue mani sapienti tutta l'arte e la tradizione della sua terra. Ma anche la signora baronessa esprime il meglio delle sue passioni all’interno della grande cucina padronale mentre la servitù riposa, sfornando dolci di pan di spagna, biscotti e paste frolle. In cinque mesi di visite di amici e parenti, sullo sfondo di una riforma agraria che promette ai contadini la terra e minaccia ai baroni lo scorporo, scorrono le ricette che si facevano allora e che si fanno anche oggi nella grande cucina di Mosé.
Simonetta Agnello Hornby, scrittrice siciliana autrice di grandi successi come La Mennulara, La zia marchesa e Vento scomposto, per la prima volta fa posto ai ricordi della sua vita e compie un viaggio nelle radici profonde di una Sicilia arcaica e per molti versi perduta, attraverso i profumi e i sapori che ne hanno segnato l'infanzia: ventotto piatti estivi, tutti a base di ortaggi di stagione, e molti dolci classici della tradizione regionale, in cui Chiara Agnello svela i segreti della buona riuscita di una ricetta e anche l'ingrediente segreto che nessuno chef oserebbe mai rivelare.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


Odore di chiuso - Marco MalvaldiMarco Malvaldi
Odore di chiuso
Sellerio, 2011

In un castello della Maremma toscana arriva, nel giugno 1895, l'ingombrante e baffuto Pellegrino Artusi. Lo precede la fama del suo celebre La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene, il brioso e colto manuale di cucina con cui ha inventato la tradizione gastronomica italiana; ma quella di gran cuoco è una notorietà che non gli giova del tutto al castello, dove dimora la famiglia tenacemente dedita al nulla del barone Romualdo Bonaiuti. La formano i due figli maschi, il poeta dilettante Gaddo e il donnaiolo Lapo, la figlia Cecilia, la vecchia baronessa Speranza, una dama di compagnia e due cugine zitelle, insieme alla numerosa e composita servitù. Quando nell'entourage piomba gelido il delitto, con l'avvelenamento del maggiordomo Teodoro, sarà Artusi a dare al delegato di polizia le dritte per ritrovare la pista giusta.
Con un'ironia esplicita e genuina, Malvaldi delinea un ritratto impietoso, che racconta e insieme fa il verso all'aristocrazia di un’Italia da poco unificata, attraverso una galleria di personaggi tanto indagati quanto un po' derisi. Caustici botta e risposta e dialoghi dal tono austero, adeguati a uno scambio di battute tra nobili personaggi ottocenteschi, si alternano alle ammiccanti "intrusioni" dell’io narrante, segnate dalla simpatica insolenza a cui l’autore ci ha finora abituati.
Verifica la disponibilità in Biblioteca


La vita accanto - Mariapia VeladianoMariapia Veladiano
La vita accanto
Einaudi, 2011

In una famiglia veneta agiata e felice nasce Rebecca, una bambina di una bruttezza senza rimedio e senza speranza. La madre, chiusa dal giorno del parto in un silenzio impenetrabile, non l'ha mai presa in braccio, scegliendo di ritirarsi in un guscio che nessuno sembra in grado di scalfire. Il padre di Rebecca, medico rispettato e conosciuto, pare incapace di riportare alla vita la giovane moglie o di stabilire un vero legame con la bambina. A prendersi cura di lei saranno la vulcanica zia Erminia,  bellissima e ambigua sorella gemella del padre, e la saggia e sfortunata tata Maddalena. Sarà proprio Erminia, in una delle tante visite alla grande casa

Canale Youtube di Casa della Conoscenza
 

Non Perdiamoci di Vista

Iscriviti alla newsletter per essere informato ogni mese sulle iniziative di Casalecchio delle Culture






Formato preferito per le email:


 

  Visualizza gli Rss 

I CercaStoria
La Conoscenza che verrà - Percorso partecipato
YoungERcard

I nostri progetti

Politicamente Scorretto
La città dei cittadini
Blogos

 

Avviso Pubblico - Gruppo di lavoro Cultura e Giovani

 

Scuola Bene Comune

 

 

In collaborazione con la Fondazione Marino Golinelli
La Scienza in Piazza
Casalecchio WiFi
Casalecchio delle Culture – Comune di Casalecchio di Reno
via Porrettana, 360 – 40033 Casalecchio di Reno (BO)
tel. 051.598243 – fax 051.598128 – mail casalecchiodelleculture@comune.casalecchio.bo.it
PrivacyNote legaliUtilizzo dei cookies