[vai al menu]
[vai al contenuto principale]
città creativa


I Workshop

ONDA RADIO 
workshop sulla radio

ONDA TV
workshop sulla regia televisiva

ON LINE
workshop sul giornalismo online

SPOT
workshop sul linguaggio pubblicitario

WEB COMMUNITY
workshop sulla comunicazione multimediale

EVENTO
workshop di organizzazione eventi

.

ONDA TV

WORKSHOP SULLA PRODUZIONE E REGIA TELEVISIVA si è svolto da novembre 2005 a febbraio 2006

Hai uno sguardo curioso e partecipe verso ciò che ti circonda? Vorresti dare una voce al tuo sguardo grazie a una telecamera?

Con questo workshop potrai entrare anche tu a far parte di una redazione di ragazzi che, telecamera in spalla, si immergeranno nella vita di Casalecchio, raccontando quello che succede. Imparerai a riprendere la tua città e produrre un programma per la tv cimentandoti con le tecniche di ripresa, montaggio e trasmissione.

Il workshop Onda TV è realizzato in accordo con Orfeo Tv ed a cura di Annalisa Pelizza. Si tiene il venerdì pomeriggio presso il Centro Giovanile dalle ore 17 alle 19,30.

IL PROGRAMMA DEL WORKSHOP (Scaricalo)

1° incontro: L’occhio dentro
Il "cinema di tanti per tanti": esempi in progress di pratiche di de-costruzione critica delle notizie, "culture jamming" e "news re-building".

2° incontro: La ripresa
Tecniche di ripresa. L'uso della telecamera ed elementi di fotografia video

3° incontro: L’occhio sulla città
Definizione organizzativa e tecnica dell’attività di ripresa.
Prima uscita cittadina per le riprese.

4° incontro: Io riprendo
Realizzazione della fase di produzione: interviste e narrazioni attraverso lo spazio urbano

5° incontro: Il montaggio
Montaggio non lineare. Teoria e pratica del montaggio, dalla finzione alla cronaca

6° incontro: Io monto (I)
Edizione del materiale audiovisivo girato in città

7° incontro: Io monto (II)
Edizione del materiale audiovisivo girato in città

8° incontro: La compressione
I software di compressione: modalità e funzioni.
Compressione per il web del video montato.

9° incontro: La trasmissione via web
Perché la televisione sul web?

10° incontro: La trasmissione via etere
Come si costruisce una tv-fai-da te. L’esempio delle televisioni di strada: materiali, tecniche e costi.

Gli incontri si svolgeranno secondo il seguente calendario: 11 novembre(incontro introduttivo),  18 novembre, 2 dicembre,  9 dicembre, 10 dicembre, 16 dicembre, 13 gennaio, 20 gennaio, 27 gennaio, 3 febbraio, 10 febbraio.

Il workshop è gratuito e a tutti coloro che l'avranno portato a termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Annalisa Pelizza
Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Bologna con una tesi sulle strategie di rappresentazione televisiva della cittadinanza attiva nella Società dell’Informazione. Frequenta il Dottorato di Ricerca "Qualità della vita nella Società dell'Informazione" presso l'Università di Milano Bicocca. Come redattrice di Orfeo Tv, partecipa attivamente al network Telestreet sviluppando progetti di comunicazione finalizzati alla creazione di reti locali e internazionali di produzione audiovisiva che rivendichino l’accesso ai mezzi di comunicazione e alle ICT. Ha partecipato a workshop su queste tematiche in vari paesi europei. Ha co-realizzato per Orfeo Tv regie televisive, performance video presentate a festival internazionali e ha partecipato a iniziative di televisione satellitare indipendente.

Citoyens - Orfeo Tv
L’associazione Citoyens-Orfeo Tv è nata nel 2002 per promuovere lo sviluppo della cittadinanza attiva attraverso un accesso pubblico, dal basso, alle tecnologie e alle teorie della comunicazione. È un’associazione di promozione sociale senza fini di lucro, impegnata a costruire reti di cittadini attivi. Ha contribuito alla nascita e allo sviluppo delle televisioni di strada fondando, a Bologna, OrfeoTv, la prima delle emittenti libere di quartiere. Nell’ambito della condivisione di saperi e tecnologie ha, come da statuto, l’obiettivo di far proliferare i mezzi di comunicazione e di contribuire alla formazione di comunicatori digitali. La figura del comunicatore digitale dovrà, sempre più, muoversi attraverso una conoscenza integrata di flussi testuali audiovisivi, nella consapevolezza dell’importanza sociale del ruolo che rappresenta. I princìpi etici e le pratiche a cui fa riferimento sono quelli del mediattivismo di base.